Mediexplorer
OncologiaMedica.net
Cardiologia.net

Ipercolesterolemia familiare: Pfizer ha terminato lo sviluppo di Bococizumab, un inibitore di PCSK9


La società farmaceutica Pfizer ha annunciato di voler rinunciare allo sviluppo di Bococizumab, un inibitore di PCSK9 per la riduzione del colesterolo LDL.

Sono stati interrotti due grandi studi che stavano valutando gli esiti cardiovascolari con Bococizumab, lo studio SPIRE 1 che aveva arruolato 17.000 pazienti e lo studio SPIRE 2 con 10.000 pazienti.

La decisione di interrompere lo sviluppo non si è basata su una raccomandazione del Data Monitoring Committee.

Le ragioni del ritiro sono l’alta incidenza di reazioni immunitarie e la diminuzione dell'efficacia nel tempo.

Con il completamento dei sei studi con Bococizumab, atti a valutare l’effetto ipocolesterolemizzante, è stata osservata una attenuazione imprevista dell’abbassamento del colesterolo LDL nel tempo.

Inoltre, con Bococizumab è stato riscontrato un elevato livello di immunogenicità e alto tasso di reazioni al sito di iniezione, rispetto a quanto indicato negli studi con gli altri inibitori di questa classe.
Questa alta immunogenicità potrebbe essere dovuta al fatto che Bococizumab è un anticorpo umanizzato e non un anticorpo completamente umano come i farmaci esistenti sul mercato.

Fonte: Pfizer, 2016

XagenaHeadlines2016



Indietro