Forum Infettivologico
Vertigini
Xagena Newsletter
Xagena Mappa

Avastin: studi non convincenti nel tumore dell’ovaio


L’efficacia di Avastin ( Bevacizumab ) è al centro di dibattito dopo che alcuni studi clinici non hanno dimostrato un significativo aumento del prolungamento della vita nelle pazienti con tumore alla mammella trattate con l’antitumorale; inoltre il farmaco può provocare gravi effetti indesiderati. La polemica è culminata nella decisione dell’FDA ( Food and Drug Administration ) di revocare l'approvazione per il trattamento del carcinoma mammario.

Avastin rimane approvato per il trattamento di alcuni tipi di tumori, come colon, polmone, rene e tumori al cervello.
Recentemente, l’Agenzia regolatoria europea EMA ha concesso ad Avastin l'approvazione per il trattamento del cancro ovarico.

Tuttavia, due nuovi studi, che hanno esaminato l'efficacia di Avastin nel trattamento delle donne affette da tumore ovarico, non hanno fornito risultati promettenti.
Dagli studi è emerso che Avastin non migliora la sopravvivenza generale nella maggior parte delle pazienti con carcinoma dell’ovaio e previene il peggioramento della malattia solo per pochi mesi; di contro le pazienti possono andare incontro a gravi eventi avversi.

Uno studio ha coinvolto 1873 donne con carcinoma ovarico avanzato assegnate a una di tre combinazioni di trattamento.
Il tempo fino al peggioramento della malattia è stato in media di 10 mesi nelle donne trattate con la sola chemioterapia. L'aggiunta di Avastin ha migliorato il tempo alla progressione di appena 1-4 mesi.
La sopravvivenza globale è stata simile tra i gruppi, e l’incidenza di effetti collaterali è risultata più alta nelle donne che avevano ricevuto Avastin ( ipertensione, perforazione gastrointestinale ).

Nell'altro studio, sono state esaminate 1528 pazienti con cancro dell’ovaio sottoposte a chemioterapia con o senza Avastin.
Avastin ha prolungato la sopravvivenza libera da progressione di 1-2 mesi rispetto alla sola chemioterapia, tuttavia con una maggiore incidenza di alti valori pressori ( ipertensione di grado 2 o superiore ).
E’ stata osservata una tendenza verso un miglioramento della sopravvivenza globale per le donne in trattamento con Avastin, ma la differenza è risultata piccola.

I risultati dei due studi sono stati pubblicati su The New England Journal of Medicine.

Fonte: CBS News, 2011

XagenaHeadlines2011



Indietro