Forum Ematologico 2023-2024
Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Colesterolo: le nuove lineeguida ACC-AHA aumentano sensibilmente il numero delle persone da sottoporre a terapia con statine


Le lineeguida 2013 dell'American College of Cardiology ( ACC ) e dell'American Heart Association ( AHA ) ( ACC-AHA ) per il trattamento del colesterolo LDL ampliano le indicazioni per la terapia con le statine per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Utilizzando i dati dei National Health and Nutrition Examination Surveys 2005-2010, è stato stimato il numero di persone per le quali la terapia con statine dovrebbe essere consigliata secondo le nuove lineeguida ACC-AHA, rispetto alle precedenti lineeguida [ Third Adult Treatment Panel ( ATP-III ) - National Cholesterol Education Program ].
Sono stati estrapolati i risultati da una popolazione di 115.400.000 adulti statunitensi di età compresa tra 40 e 75 anni.

Rispetto alle lineeguida ATP-III, le nuove linee guida dovrebbero aumentare il numero degli adulti statunitensi che dovrebbero ricevere o sarebbero eleggibili per la terapia con statine da 43.2 milioni ( 37.5% ) a 56.0 milioni ( 48.6% ).

La maggior parte di questo aumento ( 10.4 di 12,8 milioni ) potrebbe interessare gli adulti senza malattia cardiovascolare.

Tra gli adulti di età compresa tra 60 e 75 anni senza malattia cardiovascolare che non stanno ricevendo la terapia con statine, la percentuale di chi potrebbe beneficiare di tale terapia dovrebbe aumentare dal 30.4 % all’87.4% tra gli uomini e dal 21.2% al 53.6% tra le donne.

Questo effetto potrebbe essere guidato in gran parte da un aumento del numero di adulti che sarebbero classificati esclusivamente sulla base del rischio a 10 anni di un evento cardiovascolare.

Tra coloro che verrebbero giudicati idonei alla terapia con statine ci sarebbero più uomini che donne, e i soggetti con più alti valori di pressione sanguigna, ma con livelli di colesterolo LDL nettamente più bassi.

Rispetto alle linee guida ATP-III, le nuove linee guida consigliano la terapia con statine a un numero maggiore di adulti destinati ad andare incontro in futuro a eventi cardiovascolari ( più alta sensibilità ), ma potrebbe anche includere molti adulti non-destinati ad avere futuri eventi cardiovascolari ( più bassa specificità ).

In conclusione, le nuove lineeguida ACC-AHA per la gestione del colesterolo LDL aumenterebbero il numero di adulti eleggibili per la terapia con statine di 12.8 milioni, con un incremento soprattutto tra gli adulti più anziani senza malattia cardiovascolare. ( Xagena )

Pencina MJ et al, N Engl J Med 2014; Online First

XagenaHeadlines2014



Indietro