Ibuprofene
Xagena Newsletter
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Xagena Mappa

Disturbo da deficit di attenzione e iperattività: i farmaci a base di Metilfenidato possono causare in rari casi priapismo, con possibili danni permanenti al pene


La FDA ( Food and Drug Administration) ha emesso un avviso riguardante i prodotti a base di Metilfenidato, un farmaco stimolante usato per trattare il disturbo da deficit di attenzione e iperattività ( ADHD).
Il Metilfenidato può, in rari casi, provocare erezioni prolungate e talvolta dolorose note come priapismo.

Sulla base di una recente revisione di prodotti a base di Metilfenidato, l’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti ha aggiornato le schede tecniche di questi medicinali e la guida del paziente per includere informazioni sul rischio raro, ma grave, di priapismo. Se non trattato immediatamente, il priapismo può causare danni permanenti al pene.

Il priapismo può verificarsi nei maschi di ogni età; è un'erezione persistente e anomala ( di durata superiore a 4 ore ), spesso dolorosa, dei soli corpi cavernosi del pene, non accompagnata dal consueto desiderio sessuale o eccitazione che invece contraddistingue la normale erezione maschile.

Un altro farmaco per il disturbo da deficit di attenzione e iperattività, Strattera ( Atomoxetina ), è risultato associato a priapismo nei bambini, adolescenti e adulti.

Il priapismo sembra essere più comune nei pazienti che assumono Atomoxetina rispetto a quelli trattati con prodotti a base di Metilfenidato.

I medicinali a base di Metilfenidato in commercio negli Stati Uniti comprendono: Concerta, Daytrana, Focalin / Focalin XR, Metadate CD / Metadate ER, Methylin / Methylin ER, Quillivant XR, Ritalin / Ritalin LA / Ritalin SR.

Raccomandazioni

Gli operatori sanitari dovrebbero fornire informazioni ai propri pazienti o ai loro assistenti, riguardo ai segni e ai sintomi di priapismo, sottolineando la necessità di un trattamento medico immediatoal presentarsi di questa condizione.
I soggetti di sesso maschile più giovani, soprattutto quelli che non hanno ancora raggiunto la pubertà, possono non riconoscere il problema o possono essere in imbarazzo nel comunicare il suo presentarsi.

I medici devono prestare attenzione quando prendono in considerazione il passaggio da Metilfenidato ad Atomoxetina.

I pazienti non devono interrompere l'assunzione di un farmaco a base di Metilfenidato senza prima averne parlato con il proprio medico curante. ( Xagena )

Fonte: FDA, 2013

XagenaHeadlines2013



Indietro