Vertigini
Forum Infettivologico
Xagena Newsletter
Xagena Mappa

FDA: revisione sulla sicurezza degli agonisti GnRH, farmaci comunemente impiegati nel tumore della prostata


Gli agonisti GnRH ( ormone liberante le gonadotropine ), che trovano impiego principalmente nel trattamento degli uomini con tumore alla prostata, sono stati associati ad un aumentato rischio di diabete, ictus, infarto miocardico e morte improvvisa.

Tuttavia al momento, l'FDA non è giunta a nessuna conclusione.

I farmaci appartenenti alla classe dei agonisti GnRH sono commercializzati con i nomi di: Eligard, Lupron, Synarel, Trelstar, Vantas, Viadur e Zoladex.

Il carcinoma prostatico è il secondo più comune tipo di tumore che colpisce gli uomini, negli Stati Uniti, seguito dal tumore della pelle.
Secondo i CDC ( Centers for Disease Control and Prevention ), nel 2010 si stima che saranno diagnosticati 203.415 nuovi casi di tumore prostatico e circa 28.372 uomini moriranno.

Gli agonisti GnRH sono farmaci che sopprimono la produzione di testosterone. Questo tipo di trattamento è denominato terapia di deprivazione androgenica. La soppressione della produzione di testosterone ha dimostrato di ridurre o rallentare la crescita del carcinoma della prostata.

Alcuni agonisti GnRh vengono anche impiegati nelle donne per il controllo del dolore provocato dall'endometriosi, per migliorare l'anemia associata ai fibroidi uterini prima dell'intervento di isterectomia, e in alcuni casi per il trattamento palliativo del tumore alla mammella in fase avanzata.

Alcuni agonisti GnRH trovano anche impiego nei bambini per il trattamento della pubertà precoce centrale.

Fonte: FDA, 2010

XagenaHeadlines2010



Indietro