Vertigini
Alliance Cicatrici
Forum Infettivologico
Alliance Dermatite

Interazione tra gli antidepressivi SSRI e i farmaci antiaggreganti nei pazienti con infarto miocardico: rischio di sanguinamento


Gli antidepressivi, inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI ), potrebbero non essere una buona opzione per i pazienti colpiti da infarto miocardico che assumono contemporaneamente antiaggreganti come Clopidogrel ( Plavix ).
Combinazioni di questi farmaci possono aumentare il rischio di sanguinamento, rispetto alla sola terapia antiaggregante piastrinica.

Gli antidepressivi SSRI comprendono farmaci come il Prozac ( Fluoxetina ), Luvox ( Fluvoxamina ), Paxil ( Paroxetina; in Italia: Seroxat, Sereupin ), Celexa ( Citalopram; in Italia: Elopram ) e Zoloft ( Sertralina ).

Circa il 20% dei pazienti con malattia cardiaca sperimenta depressione, e nella maggioranza dei casi queste persone sono trattati con un farmaco SSRI.

A molti pazienti colpiti da infarto miocardico è prescritta terapia antiaggregante per evitare una recidiva.
.
Ricercatori della McGill University di Montreal ( Canada ) hanno esaminato più di 27.000 pazienti infartuati, di 50 anni o più anziani. Di questi, 14.426 avevano ricevuto Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ); 2.467 Clopidogrel; 9.475 sia Acido Acetilsalicilico sia Clopidogrel ( doppia terapia antiaggregante ); 406 Acido Acetilsalicilico e un SSRI; 239 Acido Acetilsalicilico, Clopidogrel e un SSRI; e 45 Clopidogrel e un SSRI.

Lo studio ha trovato che i pazienti trattati con Acido Acetilsalicilico o Clopidogrel, da soli, avevano un rischio di sanguinamento simile.

Quelli che assumevano Acido Acetilsalicilico con un farmaco SSRI hanno presentato un rischio del 42% maggiore di sanguinamento rispetto al solo Acido Acetilsalicilico.
L'aumento del rischio è salito al 49% quando i pazienti erano in trattamento con un SSRI e con Acido Acetilsalicilico e Clopidogrel rispetto al solo Acido Acetilsalicilico.
Quando è stato aggiunto un antidepressivo SSRI alla combinazione di Acido Acetilsalicilico e Clopidogrel, il rischio di sanguinamento è stato del 57% superiore rispetto alla sola doppia terapia antiaggregante.

Le donne e i pazienti sottoposti ad angioplastica hanno presentato il più basso rischio di sanguinamento.

Gli episodi di sanguinamento osservati nello studio comprendevano: ulcere sanguinanti dello stomaco, un ictus emorragico o altri sanguinamenti che hanno richiesto cure ospedaliere.

Secondo gli autori i medici dovrebbero essere cauti nel prescrivere farmaci SSRI nei pazienti con infarto miocardico in terapia antiaggregante piastrinica. ( Xagena )

Fonte: Canadian Medical Association Journal, 2011

XagenaHeadlines2011



Indietro