Ibuprofene
Alliance Dermatite
Xagena Newsletter
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi

Isterectomia per patologia benigna: conservazione delle ovaie o ooforectomia bilaterale ?


In Svezia è stata studiata una popolazione, che comprendeva più di 184.000 donne sottoposte ad isterectomia. Dall’analisi è emerso che le donne che avevano subito un'isterectomia con ovariectomia in giovane età ( prima dei 50 anni ) presentavano un aumento di quasi il 40% nei ricoveri sia per cause coronariche sia per ictus.
Anche le donne che avevano subito solo l’isterectomia senza ovariectomia avevano un incremento di circa il 15-20% delle ospedalizzazioni per cause cardiovascolari.
Lo studio è stato pubblicato su European Heart Journal ( 2010 ).

Questi risultati di un aumentato rischio cardiovascolare nelle donne con ooforectomia bilaterale prima dei 50 anni sono simili alle conclusioni del Nurses' Health Study.
Nello studio statunitense erano state seguite più di 29.000 donne. Dallo studio era emerso che le donne che erano state sottoposte a isterectomia con ooforectomia presentavano un incremento significativo della mortalità per tutte le cause così come malattia coronarica.
Il rischio era relativamente modesto nella coorte complessiva, ma tra le donne sottoposte a isterectomia e a ooforectomia bilaterale prima dei 50 anni e che non erano state trattate con estrogeni, è stato riscontrato quasi un raddoppio del rischio di malattie cardiache e ictus e di un aumento del 40% di mortalità per qualsiasi causa.
Lo studio era stato pubblicato su Obstetrics and Gynecology ( 2009 ).

Nel complesso, questi studi destano preoccupazione, soprattutto riguardo all’isterectomia con ooforectomia bilaterale eseguita prima dei 50 anni.

Secondo JoAnn Manson dell’Harvard Medical School Brigham and Women's Hospital, l’ooforectomia bilaterale dovrebbe essere evitata se possibile, nelle donne più giovani, a rischio normale, sottoposte a isterectomia per patologia benigna. Nel caso in cui l’ooforectomia bilaterale fosse necessaria, dovrebbe essere preso in considerazione il trattamento con gli estrogeni, almeno fino al raggiungimento dell'età media della menopausa naturale.

Fonte: Medscape, 2011

XagenaHeadlines2011



Indietro