Forum Ematologico 2023-2024
Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

La maggior parte dei pazienti con epatite C trattati con Telaprevir va incontro a dermatite


La maggior parte dei pazienti in trattamento con Telaprevir ( Incivek; in Italia: Incivo ) per l'epatite C ha manifestato dermatite farmaco-correlata.

E’ stata compiuta una revisione di studi, in cui Telaprevir era stato impiegato nel trattamento dei pazienti con epatite C, inclusi tutti i pazienti con eruzioni cutanee arruolati in studi clinici prima del 2011.

Negli studi di fase 3, i pazienti che hanno ricevuto Telaprevir più Interferone pegilato e Ribavirina hanno sperimentato più eruzioni cutanee ( 56% ), rispetto al placebo più Peginterferone e Ribavirina ( 34%; differenza di rischio del 22% ), tra cui gravi reazioni cutanee ( 3.7% vs 0.4%; differenza di rischio pari a 3% ).

Nel corso delle 12 settimane di terapia di combinazione con Telaprevir, in più del 90% dei casi, le eruzioni cutanee erano rappresentate da dermatite pruriginosa eczematosa.

Sono stati esaminati 221 eventi di rash, di particolare interesse per determinare la probabilità di gravi reazioni avverse cutanee.
Tre casi di sindrome di Stevens-Johnson ( SJS ) e 11 casi di sindrome DRESS ( reazione da farmaci con eosinofilia e sintomi sistemici ) sono stati sospettati.
Due casi di sindrome di Stevens-Johnson e 3 casi di sindrome DRESS sono stati considerati probabili.

La dermatite correlata a Telaprevir è una dermatite eczematosa che si differenzia nei tempi e aspetto dalle eruzioni di solito associate a reazioni ai farmaci.
L’aumentato rischio di sindrome di Stevens-Johnson e di sindrome di DRESS richiede una vigilanza particolare per i pazienti trattati con Telaprevir.

I trattamenti utili per la dermatite da contatto o per la dermatite atopica possono aiutare a controllare anche la dermatite correlata a Telaprevir. ( Xagena )

Fonte: Archives of Dermatology, 2012

XagenaHeadlines2012



Indietro