Xagena Mappa
Medical Meeting
Neurobase.it
Dermabase.it

Leucemia mieloide acuta con mutazione in FLT3: approvato in Europa Xospata


La Commissione Europea ha approvato Xospata, il cui principio attivo è Gilteritinib, in monoterapia per il trattamento della leucemia mieloide acuta recidivata / refrattaria, associata a una mutazione nel gene FLT3.
Xospata di Astellas trova indicazione nei pazienti con due delle più comuni mutazioni di FLT3: FLT3-ITD e FLT3-TKD.

Il 20-30% delle persone con leucemia mieloide acuta presenta mutazioni FLT3, che sono associate a esiti meno favorevoli, tra cui un più elevato tasso di ricaduta, una più rapida progressione e più brevi tempi di sopravvivenza globale ( OS ).

Xospata è già stato approvato per questa indicazione in Giappone e negli Stati Uniti, sulla base dei risultati dello studio ADMIRAL che ha confrontato Xospata con la chemioterapia di salvataggio.
I risultati di questo studio hanno mostrato che Xospata ha esteso la sopravvivenza globale a 9.3 mesi contro i 5.6 mesi nel gruppo di controllo.

Dopo un anno, il 37% dei pazienti che assumevano il farmaco di Astellas era ancora vivo, contro il 17% di quelli nel braccio chemioterapico.

Xospata è il primo inibitore FLT3 ad essere approvato per l'uso nella leucemia mieloide acuta recidivante o refrattario con una mutazione di FLT3.
È comunque il secondo farmaco ad essere approvato per la commercializzazione dopo Rydapt ( Midostaurina ) di Novartis, che è stato autorizzato negli Stati Uniti e nell'Unione Europea nel 2017 per la leucemia mieloide acuta di nuova diagnosi, positiva per FLT3.

L'impiego di Xospata come farmaco di prima linea è l'obiettivo di Astellas. Sono in corso studi di fase 3 nella leucemia mieloide acuta FLT3mut+ precedentemente non-trattata, incluso uno studio diretto contro Rydapt.

L'EMA e l'FDA hanno invece respinto l'autorizzazione alla commercializzazione di Quizartinib, un inibitore di FLT3 di Daiichi Sankyo.
E' stato completato l'arruolamento di uno studio di fase 3, QuANTUM-First, che sta valutando Quizartinib in combinazione con la chemioterpia come prima linea.

Esistono differenze tra Gilteritinib e Quizartinib. Quizartinib agisce prevalentemente sulla mutazione ITD, avrebbe minore azione sulla mutazione TKD.

E' in sviluppo di fase 3, Crenolanib, un inibitore di FT3 di Arog Pharma come prima linea in associazione alla chemioterapia. ( Xagena )

Fonte: EMA, 2019

XagenaHeadlines2019



Indietro